bomboniera

Origine del nome

Dove nasce la bomboniera e cosa rappresenta? La parola deriva dal francese “bombonniere”, una piccola scatola decorativa contenente i bon bon. Nella Francia del 1700 essa rappresentava un dono nuziale che gli ospiti facevano agli sposi per celebrare la propria unione.

La bomboniera: un dono dalle antiche origini

E’ chiaro che la bomboniera rappresenta un simbolo di ringraziamento, un oggetto regalato ai propri ospiti per ricordare un lieto evento.

Se è vero che le origini del nome risalgono al 1700, l’uso delle bomboniere è ancora più antico ed è da sempre legato alla celebrazione del matrimonio. Nell’Italia del XV secolo, per esempio, era usanza che le famiglie e gli sposi si scambiassero scatoline decorative in occasione del fidanzamento. Inoltre, lo sposo regalava una “coppa amatoria” alla sposa. Questa era una coppa di ceramica ricolma di confetti raffigurante una figura femminile o una coniglia gravida e il nome della sposa. Inoltre, al fine di un matrimonio fecondo e prospero, lo sposo invitava la sposa a bere insieme dalla stessa coppa.

Altre testimonianze dell’impiego di bomboniere, poi, sono diffuse in tutta Europa. Per citare un esempio, nell’Inghilterra del XVI secolo erano particolarmente apprezzate le “sweetmeat boxes”, piccole confezioni in metallo prezioso contente dolciumi.

Le bomboniere oggi

Il concetto moderno di bomboniera nasce solo nel 1800. In occasione del loro matrimonio, il principe di Napoli Vittorio Emanuele ed Elena di Montenegro donarono le bomboniere ai propri ospiti. In questo modo, da oggetto di ringraziamento che gli invitati donavano agli sposi, esso è diventato un dono che gli sposi fanno ai propri invitati per ricordare il lieto evento. Oggi, inoltre, l’uso delle bomboniere non è esclusivamente legato all’evento nuziale, ma si è esteso a battesimi, comunioni, cresime, lauree e 18 anni.

I confetti: numero e significato

Così come nel passato, i confetti rappresentano l’elemento più importante delle bomboniere. Il numero dei confetti usati per comporre le bomboniere sono altamente simbolici. Il numero è sempre dispari (di solito cinque) a rappresentare un simbolo di buon augurio. Per esempio, in occasione del matrimonio, i cinque confetti simboleggiano fertilità, lunga vita, salute, ricchezza e felicità.

bomboniera confetti

Inoltre, il colore dei confetti cambia a seconda dell’evento: rosa o celesti per il battesimo, bianchi per comunione, cresima e matrimonio, rossi per laurea e verdi per i 18 anni.

La bomboniera tra origini e tradizioni

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *